Parla, mia paura

Parla mia paura Simona Vinci si immerge nella propria paura e cerca un linguaggio per confessarla L ansia il panico la depressione spesso restano muti chi li vive si sente separato dagli altri e incapace di chieder

  • Title: Parla, mia paura
  • Author: Simona Vinci
  • ISBN: 9788806235901
  • Page: 156
  • Format: Paperback
  • Simona Vinci si immerge nella propria paura e cerca un linguaggio per confessarla L ansia, il panico, la depressione spesso restano muti chi li vive si sente separato dagli altri e incapace di chiedere aiuto Ma solo accettando di rifugiarsi nel mondo e di condividere la propria esperienza che si sopravvive La stanza protetta dell analista e quella del chirurgo esteSimona Vinci si immerge nella propria paura e cerca un linguaggio per confessarla L ansia, il panico, la depressione spesso restano muti chi li vive si sente separato dagli altri e incapace di chiedere aiuto Ma solo accettando di rifugiarsi nel mondo e di condividere la propria esperienza che si sopravvive La stanza protetta dell analista e quella del chirurgo estetico, che restituisce dignit a un corpo di cui si ha vergogna, l inquietudine della maternit , la rabbia della giovinezza, fino allo strappo iniziale da cui forse tutto ha avuto origine.Scavando dentro s stessa, Simona Vinci ci dona uno specchio in cui rifletterci Si affida alle parole perch le parole non mi hanno mai tradita Perch nella letteratura, quando la letteratura ha una voce cos nitida e intensa, tutti noi possiamo trovare salvezza.

    • [PDF] Parla, mia paura | by ↠ Simona Vinci
      Simona Vinci


    About “Simona Vinci

    • Simona Vinci

      Vive a Budrio, in provincia di Bologna Il suo esordio letterario risale al 1997, con il romanzo Dei bambini non si sa niente, edito da Einaudi nella collana Stile libero il libro, vincitore nel 2000 del Premio Elsa Morante opera prima, fa ottenere alla scrittrice un grande successo di pubblico e di critica, suscitando anche scandalo e polemiche per il tema trattato Il romanzo stato tradotto in dodici paesi, tra i quali gli Stati Uniti Nel 2009 stata fra gli ospiti del festival letterario Mondello Giovani dedicato agli autori di nuova generazione.



    205 thoughts on “Parla, mia paura

    • Parla, mia paura la sintesi del buon consiglio dato dal padre Jung nel suo Libro rosso Parlare la paura liberare il corpo dal suo involucro spettrale di fantasmi, scegliere il vocabolario con cui mente e cuore si intersecano a coniugare il linguaggio che pi si avvicina alla propria verit Un racconto autobiografico breve e denso, uno sguardo non banale sulle paure peggiori quelle inconfessabili Che rimanendo tali inevitabilmente continuerebbero a tessere il sudario dell autodistruzione Per fortun [...]


    • Questa volta non un luogo, come in La prima verit , a evocare malattie mentali e fantasmi, ma il proprio s A volte le parole aiutano, e quindi sono loro a raccontare dell abisso evitato, delle fobie angoscianti e di come il baratro sia a un passo e sia profondo Lei scrive bene, e trovo che possa essere un capitolo aggiuntivo all altro libro, un completamento, anche perch leggendo queste poche pagine si capisce perch sia stata cos brava a descrivere quell altro mondo, quello di Leros, simile all [...]


    • Quando vi ho parlato de Abbiamo sempre vissuto nel castello vi ho detto che probabilmente il modo migliore di approcciarsi a quel libro era farlo senza aspettative Il discorso lo stesso per Parla, mia paura ed questo il motivo per cui, in realt , io questa recensione non vorrei scriverla.Parla, mia paura un libro che parla di una donna, di un percorso, di una vita, e di un groviglio di stati d animo difficile da districare un libro complicato, un libro che mette in gioco diversi temi e che a vol [...]


    • Non un romanzo, non un saggio, non un reportage tutte e tre le cose in una il racconto totalmente autobiografico della sofferenza che la Vinci ha attraversato in un periodo della sua vita, funestato da attacchi di panico e propositi suicidi.Un libro onesto, schietto, ai limiti del crudele per la lucidit con cui La Vinci si racconta, senza filtri.Un grande atto di coraggio da parte di una donna, scrittrice affermata, vincitrice del Campiello 2016.L autrice alterna la narrazione autobiografica con [...]


    • La Vinci, coma da titolo, ci parla delle sue paure la storia dei suoi attacchi di panico, della sua depressione, del suo non accettarsi, e ne descrive modi e vissuto soggettivo.Sicuramente un testo coraggioso, che per non pu essere definito romanzo Dall altro lato va detto che sicuramente un testo importante in un panorama letterario e umano dove le paure e l insicurezza assumono un peso sempre maggiore, e dove l incomunicabilit delle stesse anche perch il messaggio che arriva dal mondo devi ess [...]


    • L attacco magistrale, i primi due capitoli come coltellate precisi, rapidi, taglienti Poi il libro cambia e dedica ciascuno dei restanti 8 capitoli a un aspetto diverso della depressione e del panico Una struttura pi ragionata, quasi schematica, che forse era l unico modo per la scrittrice di organizzare uno scritto su qualcosa di tanto primitivo come la paura.Verso la fine, una strana sensazione si impadronita di me mi sentivo quasi in imbarazzo a leggere quelle storie, quasi non avessi il diri [...]


    • That s what this book is about Depression is silent Depression is vicious Depression doesn t care for who you are or what your social status is Depression comes without notice, without being seen and before you have the time to realise it happened, it s got you wrapped in its claws The greatest act of rebellion is the word Written or spoken has little importance What matters is giving shape to what cannot be seen to make the invisible visible Simona Vinci does exactly that in her short yet poign [...]


    • un bel libro, senza dubbio La scrittura di Simona Vinci a tratti ipnotica, ho fatto fatica a staccarmi L ho letto in due sole sessioni In qualche momento mi sembrato di essere immersa nella stessa atmosfera del libro di Marie Cardinal Le parole per dirlo per Parla, mia paura breve a mio avviso troppo breve per soddisfare completamente, infatti avrei voluto dare 4 stelle e mezzo se fosse stato possibile.Parlare di ansia e di depressione in prima persona difficile, e mi sento molto grata all autri [...]


    • L autrice non ha nulla di diverso rispetto alla lunga caterva di scrittori italiani contemporanei i cui libri sono letture non spiacevoli, ma, a parer mio, noiose una buona sintassi, ma priva di originalit Per questo motivo non sono riuscita a terminare il libro Il titolo e il concetto che Vinci ha scelto di esprimere sarebbe stato un buon punto di partenza, con molte potenzialit mi aspettavo, non conoscendo la scrittrice, qualcosa sul genere della Nausea di Sartre, o smile alle Confessioni di u [...]


    • Asciutto Tranci di vita raccontati senza compatimento, con una pulizia che sembra raggiungere la crudelt Dalle immagini dell autrice, un viso assonante con questo libro.Credo sia un testo necessario, per la semplicit ed umilt con le quali sono descritti senza paura giorni, settimane, mesi di vita angosciante e cupa Pi utile questo, di sicuro, che non i svariati libri di self help che discettano sull argomento con algida sicumera.




    • La vita pu anche presentare la paura, gli attacchi di panico, la depressione Siamo macchine meravigliose ma molto complicate La soluzione non una sola e non uguale per tutti.


    • Insomma, non un saggio, non un romanzo, quasi un autobiografia.A tratti scorrevole, a tratti un po meno.Mi aspettavo qualcosa di pi , avendo sentito commenti molto favorevoli.


    • La mia paura nei confronti di questo libro era quella di non apprezzarlo visto la tematica affrontata Ansia, depressione e attacchi di panico sono situazioni in cui non mi sono mai trovata e l autrice non ha problemi a dire che chi non lo ha vissuti sulla propria pelle potrebbe non capirli I libri per non si leggono solo se si ritrovano riferimenti autobiografici o situazioni effettivamente vissute, i libri si leggono per svariate ragioni e quindi messe da parte le mie riserve mi sono immersa ne [...]


    • Con questo libro l autrice ci parla con il cuore in mano, e lo fa attraverso i ricordi dei momenti passati tra il chirurgo plastico che si occupa del suo corpo e il terapeuta che si occupa della sua mente Ci parla del declino, dei momenti pi duri della malattia ma anche del momento in cui ha deciso che la paura non doveva vincere, che prima o poi si sarebbe stancata Il messaggio fondamentale che si pu cogliere da questo libro che per combattere la depressione bisogna affidarsi agli altri, parlar [...]


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *